Croccante fuori. Soffice dentro. Leggera e Gustosa

Il suo gran sapore di pane antico. L’altissima digeribilità frutto della lunga maturazione (fino a 120 ore).La sua morbida mollica racchiusa in una crosta friabile e croccante. La sua pasta dal gusto inimitabile, in grado di esaltare i sapori dei piatti tipici e stagionali.

  •  Farina di frumento tenero di altissima qualità’

L’utilizzo di farine di altissima qualità con un elevato contenuto proteico permette di realizzare un impasto a lunga lievitazione ipocalorico grazie ad una elevata idratazione (quasi 80%) e una bassa evaporazione di acqua (che ha zero calorie) nella fase di cottura. L’elevata quantità di acqua fissata nel prodotto cotto permette di realizzare un prodotto qualitativamente superiore in termini di qualità e di durata al banco e permette, inoltre, di ridurre l’apporto calorico del prodotto.

  • Farina di soia

La farina di soia intera è un ingrediente vegetale con importanti qualità nutritive utilizzato per sostituire lo strutto di maiale ed altri olii e grassi nella realizzazione della pizza permettendo di ottenere lo stesso effetto in termini di croccantezza e friabilità ma con un apporto lipidico e calorico nettamente inferiore rispetto allo strutto di suino, le sue proprietà emulsionanti ed il buon gusto migliorano la pizza.

  • Farina di riso

Permette di fissare più acqua all’interno del prodotto in fase di cottura così da ottenere un prodotto croccante all’esterno e soffice all’interno. Tutto ciò a vantaggio della qualità della pizza, che si scioglie in bocca, dell’ estetica e della durata così da ottenere un prodotto finale molto superiore rispetto alla pizza tradizionale e più gradito al consumatore.

Pasta acida di frumento

I nostri nonni per produrre il pane preparavano il giorno prima un impasto in due parti di farina spesso tipo 1, una parte di acqua con aggiunta di lievito o pasta madre che si trasformava nella notte in pasta acida un prodotto naturale fenomenale nella formazione del gusto e della struttura della mollica.La pasta acida di frumento sapientemente acidificata ed essiccata conserva tutte le antiche caratteristiche ad eccezione del potere lievitante eliminato dal calore.

Metodo di cottura

  1. Accendere il forno al massimo della temperatura
  2. Scartare la pizza alla pala romana e farcire a vostro piacimento
  3. Attendere che la spia rossa del forno si spenga. A quel punto il forno sarà al massimo della temperatura.
  4. Infornare la nostra pizza alla pala romana a metà altezza, possibilmente direttamene sulla griglia senza teglia
  5. Cuocere per 6/7 minuti. Aumentare di 1/2 minuti se la vogliamo più cotta e croccante.

Conservazione

  • 25 giorni in frigo
  • 3 mesi direttamente in freezer
  • 5 giorni temperatura ambiente